APP DA VIAGGIO: cosa c’è nel mio iPhone ✈️

Buongiorno travellers ♥️
Siamo di nuovo in quarantena, chi più e chi meno, ma spero che ognuno di voi la stia vivendo con serenità e soprattutto in salute.
In questo post ho deciso di trattare un argomento che mi avete chiesto in molti su Instagram, ovvero quali sono le principali app che utilizzo prima e durante un viaggio.
E quindi, benvenuti nel mio iPhone! iPhone 6s per giunta, che dopo quattro anni e mezzo insieme tiene ancora botta 💪🏻 (facciamo le 🤘🏻 che mi manca solo questa sfiga quest’anno)!

🏨ostelli & guesthouses🏡

Hostelworld

In ordine di importanza, sicuramente Hostelworld è l’app che utilizziamo maggiormente io e Mattia per prenotare i nostri soggiorni. Si trovano letti in camerata a prezzi stracciati, in ostelli davvero carini e ben curati. Talvolta ci sono offerte anche sulle camere private che possono costare addirittura meno delle camerate! Si possono impostare tantissimi filtri per facilitare la ricerca e trovare ciò che realmente ci interessa.

Booking

Prima di scoprire Hostelworld, Booking era la mia app preferita in assoluto. In ogni caso, la utilizzo anche adesso per confrontare i prezzi con la piattaforma di Hostelworld. Anche lei dà la possibilità di inserire tantissimi filtri per la ricerca.

Airbnb

Per ogni evenienza, anche lei fa parte della mia cartella “TRAVEL” sull’iPhone. In realtà non l’ho ancora utilizzata perché è più indicata per lunghi soggiorni, a parer mio. Ma ci sono alcuni appartamenti che fanno davvero sognare! Sicuramente in futuro la sfrutterò a dovere 😉

Couchsurfing

Quest’app è ancora fresca fresca di scoperta… Durante il prossimo viaggio però ho già deciso di utilizzarla. In sostanza quest’app raccoglie al suo interno persone di ogni parte del mondo disposte ad ospitare per una o più notti i viaggiatori che ne hanno bisogno, completamente gratis, offrendo un letto o anche semplicemente un lembo di pavimento su cui mettere il sacco a pelo. Dev’essere un’esperienza fuori dal comune e chi sono io per non provarla? 😍

✈️SPOSTAMENTI🚆

Volagratis

Quanti ricordi… Il primo viaggio è iniziato così, con una ricerca su Volagratis che, ok non è che voli gratis, però ci sono davvero delle belle offerte! Un po’ per abitudine, un po’ perché in realtà la uso più come metro di comparazione tra le varie compagnie aeree che come strumento di prenotazione, ma è praticamente la mia unica app. Ho anche Skyscanner, ma la uso decisamente meno. Selezioni ogni cosa, se vuoi partire o arrivare al mattino, di notte o di pomeriggio, se vuoi partire dallo stesso aeroporto in cui sei atterrato e viceversa.. ogni singola possibilità qui c’è.

Google Maps

…Che ve lo dico a fare? Per decidere gli itinerari, per non perdersi tra le infinite vie della Medina di Marrakech o nelle caotiche strade di Bangkok, è un’ancora di salvezza. Utilizzo questa perché in genere acquisto sempre la sim locale per internet. Se pensate di non avere internet nel Paese in cui siete diretti, basterà scaricare da casa la mappa del posto sull’app Maps.me e avrete disponibile la vostra mappa offline!

💱VALUTA💶

xe Currency

Stra utile! L’app del cambio valuta! Allora, un consiglio grande: consultatela sempre prima di partire. Perché?
Perché in questo modo, senza internet una volta arrivati in loco, potrete scegliere dove cambiare i vostri soldi in base al cambio più vantaggioso (insomma, quello con cui ci perderete meno!) 😉

🇮🇹LINGUA🇬🇧

Reverso Context

La migliore app I N A S S O L U T O! Da quando l’ho scoperta non l’ho più abbandonata 😍 In pratica potrete cercare non solo le parole che non conoscete, ma intere frasi! In questo modo comunicherete facilmente con chiunque e ovunque nel mondo 🤩
Ve lo giuro amici, è fotonica ed è gratuita.

Google Traduttore

🙌🏻 ALT!🚫😂 Prima di giudicare, andate avanti a leggere! L’app di Google Translate è UTILISSIMA per tradurre un cartello, un’insegna o il menù di un ristorante, semplicemente cliccando sull’icona della macchina fotografica ed inquadrando il testo da tradurre! Non dico che la traduzione sarà perfetta, ma credetemi che farà la differenza quando vi ritroverete a mangiare in un ristorante non turistico di Chengdu, il menù sarà solo in cinese senza fotografie e i camerieri non spiccicheranno mezza parola di inglese. Così, anche solo per non ordinare che ne so, la “zuppa ultra spicy del Sichuan che neanche con l’estintore lo spegni quel fuoco in bocca!
Non solo con la fotocamera, potrete anche registrare la voce o una conversazione, o addirittura far scrivere a mano al vostro interlocutore quello che non capite. Fidatevi, merita davvero.

Mi piace questo post! 5

Fammi sapere cosa ne pensi qui ;)