Depressione post-viaggio: come sconfiggerla

È l’ultimo giorno di viaggio, il tempo sembra scorrere più veloce che mai e in un attimo sei in aeroporto con lo zaino in spalla e il passaporto in mano, pronto ad imbarcarti e tornare a casa. Ecco, è in questo preciso momento che inizia la fase peggiore, quella che tutti (compresa me) odiano: la consapevolezza della fine.

La depressione post-viaggio è ordinaria amministrazione, MA – e per fortuna c’è sempre un ma – si può superare.

Come si fa? È molto semplice.

1. IMMAGINARE IL PROSSIMO VIAGGIO: durante il volo di rientro, mentre tutti dormono, russano o cercano di non perdere la sensibilità alle gambe tra i sedili troppo stretti, pianifica. Inizia a pensare ad una possibile meta, al periodo migliore per piazzare quelle benedette ferie e partire di nuovo. Questo aiuta a metabolizzare la fine di un viaggio e a vederla semplicemente come l’inizio dell’ennesima avventura.

2. I RICORDI DEVONO FARCI STARE BENE: continuare a pensare “Solo un mese fa ero là e ora sono chiuso qui a lavorare!” non farà altro che peggiorare la situazione! Un viaggio non è la pausa dal lavoro, è il lavoro ad essere la pausa tra un viaggio e l’altro! Io la vivo così, sapendo che i frutti del mio lavoro, oltre a mantenermi tutti i mesi, mi faranno volare lontano ad esplorare luoghi mai visti. Ogni volta che un viaggio finisce, non è semplice tornare alla solita routine, ma prova a viverla con il sorriso e la consapevolezza che presto sarai altrove!

3. FOTOGRAFARE: la fotografia ferma il tempo, è l’espressione di ciò che il nostro sguardo capta. È capace di rievocare le emozioni provate in un preciso momento e di suscitarne di nuove. Ammirarle, di tanto in tanto, ti stringerà il cuore, ma in un modo che farà bene all’anima. Ti ricorderanno perché lo fai: i sacrifici, le ore in più al lavoro, quella cosa che vuoi comprare da mesi ma non puoi, tutto questo perché qualcosa di più importante è alle porte.

Tre semplici consigli. È vero, sono pochi, ma essenziali. Ogni giorno cerco di metterli in pratica per focalizzarmi sul mio obiettivo (uno dei tanti, in verità) e andare avanti a passo spedito per raggiungerlo.

Fammi sapere cosa ne pensi qui ;)