PASSAPORTO ONLINE: facile e veloce

passaporto online italiano

Il primo passo per non avere limiti quando si viaggia è possedere un passaporto. Semplice, no?
Eppure non sempre risulta così immediato. A volte non ci si pensa perché magari si è abituati a viaggiare in Europa e quindi il passaporto non è necessario, oppure semplicemente non si sa come procedere. Non avete idea di quante volte colleghi, amici o parenti mi abbiano chiesto “Ma come si fa a richiedere il passaporto online?” 🤷🏻‍♀️

Io stessa, ovviamente, la prima volta che ho fatto il passaporto online ero totalmente ignorante in merito alle procedure, ai costi, eccetera. Mi ero affidata ad internet nell’ormai lontano 2015, quando verso fine anno io e Mattia accarezzavamo l’idea di fare il nostro primo viaggio insieme. Avevamo pensato a tanti posti e siamo finiti dall’altra parte del mondo, nella Terra del Sol Levante. Se te li sei persi, ho scritto due articoli proprio sul Giappone e li puoi trovare 👉🏻 QUI 👈🏻

In questo articolo stilerò una guida facile facile per poter richiedere il passaporto online e ottenerlo senza problemi.

1. L’appuntamento

Il motivo principale per cui spesso si deve attendere a lungo prima di poter stringere tra le mani il proprio passaporto sta proprio in questa prima fase: prendere appuntamento in questura. Le tempistiche per richiedere il passaporto non sono una passeggiata, tutt’altro.
Ma come si fa?
Per fissare l’appuntamento è necessario collegarsi al sito ufficiale della polizia di stato www.passaportonline.poliziadistato.it e cliccare sulla sezione “Accesso per il cittadino”. Registrati inserendo i dati richiesti (nome, cognome, ecc.) oppure fai il login con il codice fiscale.

Bene, ci siamo! Ora devi solo selezionare la provincia in cui abiti e la struttura dove preferisci andare per fare la richiesta. Nella pagina successiva compariranno le date e gli orari disponibili per l’appuntamento.

2. I documenti per il passaporto online

I documenti necessari per il rilascio del passaporto non sono molti, ma è bene cercare di non dimenticarsi nulla. Vediamoli insieme:

  • il modulo stampato e compilato della richiesta che puoi trovare cliccando qui (questo è il modulo per i maggiorenni)
  • un documento di riconoscimento e una sua copia
  • 2 foto formato tessera (uguali e recenti)
  • le ricevute di pagamento e qui vi riporto esattamente cosa dice il sito della Polizia di Stato: ⤵︎

Ma… le foto? 🤔

So cosa starai pensando in questo momento! “Come faccio a capire se le mie fototessere vanno bene o meno per il passaporto?”
Andiamo con ordine e ci capiremo qualcosa 😂

Le fototessere devono:

  1. essere recenti ➝ massimo 6 mesi
  2. avere una dimensione di 35×45 mm (specificate sempre al fotografo che si tratta di fototessere per passaporto)
  3. essere a fuoco, nitide e di alta qualità
  4. non avere macchie d’inchiostro o pieghe
  5. essere su sfondo chiaro e a tinta unita
  6. risultare con luce uniforme e senza ombre, riflessi o effetto occhi rossi
  7. inquadrare viso e spalle in primo piano (il viso deve occupare circa l’80% della foto) e frontalmente
  8. ritrarre il soggetto con lo sguardo dritto verso l’obiettivo, occhi aperti e ben visibili (per esempio, niente capelli davanti)
  9. mostrare chiaramente gli occhi senza riflessi sugli occhiali, se il soggetto li porta (le lenti non devono essere colorate e la montatura non troppo pesante)
  10. ritrarre il soggetto con un’espressione neutra e la bocca chiusa

E ora che ho richiesto il passaporto online e preparato i documenti?

Beh, in realtà non resta molto da fare! Dopo aver richiesto il passaporto online, esserci procurati tutti i documenti necessari, le fototessere e aver pagato, non resta che presentarsi all’appuntamento!

Fortunatamente, grazie alla procedura per la richiesta del passaporto online, le interminabili file in questura non sono altro che un ricordo. Nel giro di dieci, quindici minuti sarai fuori dalla questura. Una volta lì, dovrai consegnare tutti i documenti e lasciare le tue impronte digitali. Fine 😃

Sì, ok.. ma quindi questo passaporto?

Metti in conto che dovrai aspettare fino a trenta giorni per poter ritirare il tuo passaporto in questura. Come puoi facilmente vedere, il processo è stato velocizzato grazie alla possibilità di richiedere il passaporto online, ma il resto della procedura è ancora vittima della burocrazia.

Muoversi per tempo è la scelta più saggia e non farti ingannare dalla voce “Richiesta di passaporto urgente”.
L’urgenza non deve essere semplicemente autocertificata, ma deve essere comprovata da documenti che ne attestino le motivazioni.

Queste possono essere:

  • gravi situazioni familiari o motivi di salute ➝ allegare certificato medico, cartella clinica, ecc.. e prenotazione del titolo di viaggio
  • questioni di lavoro ➝ titolo di viaggio, contratto di lavoro e lettera del titolare firmata e con tutti i recapiti
  • quando non si è in grado di rilevare le impronte digitali per lesioni alle mani, ad esempio

Quindi non c’è modo di sfuggire ai tempi della burocrazia italiana. Calcola almeno quattro mesi di anticipo.

Il mio consiglio è di richiedere il passaporto anche se non si hanno in programma viaggi all’estero, giusto per essere sicuri di trovarsi pronti al momento opportuno!

Mi piace questo post! 5

Fammi sapere cosa ne pensi qui ;)